QualcosaDaFare.it
ualcosaDaFare.it

Dal capolavoro architettonico del Sangallo alle perle manieriste del Pontormo. La Villa Medicea di Poggio a Caiano, nota anche come Ambra, è una delle più splendide residenze medicee della Toscana, nominate dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità. Il capolavoro architettonico di Giuliano da Sangallo fu voluto da Lorenzo de' Medici e dai suoi eredi e fu fatto edificare tra il 1445 e il 1520 circa, per essere la residenza estiva della nobile famiglia fiorentina. È stata in seguito residenza di campagna dei Medici, dei Lorena, dei Savoia e poi è passata allo Stato nel 1914 e oggi ospita due musei: uno dedicato agli appartamenti storici e il Museo della natura morta. L'edificio è il primo esempio di architettura rinascimentale in cui si fondono, in un'armonia perfetta di spazi e stili, la lezione dei classici con gli elementi caratteristici dell'architettura signorile rurale toscana. Una variazione al progetto originario sono le scalinate gemelle che conducono al terrazzo, fatte erigere nei primi dell'Ottocento, secondo il disegno di Pasquale Poccianti.

La perfezione del modello progettato dal Sangallo è stato arricchito dalle perle pittoriche presenti nell'edificio: dal decoro a fresco del sacrificio di Lacoonte di Filippino Lippi ai dipinti sulle pareti di Andrea del Sarto, del Pontormo e del Franciabigio oltre che dell'Allori che ne ultimò i lavori. La villa è famosa anche per una delle opere del maestro manierista Pontormo: l'allegoria di Vertumno e Pomona. Questa costruzione è considerata una rarità, in quanto palesemente luogo di villeggiatura e amministrazione delle terre, aperto e non predisposto ad attacchi, motivo per cui non presenta particolari fortificazioni. È oggi patrimonio dell'UNESCO e il suo splendore non trova ancora fine. Meravigliose sono le sue eleganti sale e piacevole il suo giardino con la limonaia. La passione per la natura e la botanica da parte dei Medici si incontra anche nel Museo della Natura Morta (il primo in Italia), con più di 180 dipinti che abbracciano i secoli dal Cinquecento al Settecento.

Nei pressi si trovano anche le Scuderie Medicee che si trovano all'inizio della strada che da Poggio a Caiano conduce a Prato ad una quota inferiore rispetto alla Villa Medicea. Furono edificate per Cosimo I intorno al 1548 da Nicolò Pericoli detto il Tribolo. L'edificio ha proporzioni ragguardevoli (circa 3400 mq). La struttura, che è a forma basilicale, poteva allogare circa 200 cavalli ed ospitare il personale addetto.
Recentemente le Scuderie sono state restaurate con gran perizia ed adibite a centro mostre e congressi. Oggi qui hanno sede al piano terra la biblioteca comunale 'F. Inverni', al primo piano il Museo 'Ardengo Soffici e del '900 italiano'.

Share on

where

43.816580°, 11.055352°

Directions

when

Available on 2° Sunday of every month
Available on 3° Sunday of every month
Available every Tuesday, Wednesday, Friday, Saturday


Ingresso ogni ora dalle ore 8.30 alle 16.30.
Non si effettua la visita delle 13.30.
Durata della visita degli Appartamenti monumentali: 55 minuti.

contacts

Prenotazione obbligatoria da effettuare entro il giorno precedente; massimo 10 persone a visita.

Phone 055 877012

E-Mail drm-tos.poggioacaiano@beniculturali.it

costs

Ingresso gratuito

ASK A QUESTION. Ask for more information

View the questions

QualcosaDaFare.it

P.IVA 01878590478

Are you looking for a new way of doing tourism?

Subscribe to our newsletter, stay updated