Chiesa del Sacro Cuore di Gesù - Camaiore (LU) - QualcosaDaFare.it
QualcosaDaFare.it
ualcosaDaFare.it

Se storicamente il territorio di Lido di Camaiore era chiamato 'Litus Maris' ed era privo di insediamenti umani poiché paludoso e malsano, solo all'inizio del Novecento il Comune di Camaiore costruì i primi assi viari di via del Fortino e viale Colombo su cui si poterono attestare e i primi alberghi e stabilimenti balneari, già frequentati da artisti e intellettuali tra gli anni Venti e Quaranta del secolo scorso. Il luogo ebbe però un vero 'boom' turistico dopo la seconda guerra mondiale, periodo in cui si ebbe una grande espansione edilizia con l'aumento della popolazione insediata, che portò nel 1953 ad erigere la parrocchia del Sacro Cuore, staccandola da quella di Capezzano e nei primi anni Sessanta alla costruzione dell'edificio di culto secondo le istanze del movimento moderno, che valorizza l'espressività del cemento armato a vista e la rivisitazione di elementi della tradizione, quali i paramenti in pietrame. L'edificio, nella sua composizione, si ispira a modelli storicizzati declinati secondo il nuovo linguaggio dell'epoca, infatti si parte dalla pianta centrale, un quadrato di base a cui vengono 'tagliati' gli angoli, con cappelle a pianta semicircolare per ottenere una pianta ottagonale. A quest'ultima si aggiunge un deambulatorio con il posizionamento, verso il centro, di otto pilasti che vanno a sorreggete un tamburo ottagonale su cui però viene imposta solo una copertura a spioventi. Anche nella composizione della facciata si può ravvedere la configurazione della palladiana villa La Rotonda, dove il pronao diventa un portico in cemento armato e la cupola è sostituita da uno pseudo-tiburio. Infine anche l'interno si rifà al linguaggio brunelleschiano di contrasto tra il grigio degli elementi strutturali e il bianco delle pareti.

Facciata
La facciata che si compone di un solo piano è conclusa da un tetto a padiglione al di sotto del quale, e al centro, è posto un portico aggettante di tre campate in cemento armato a vista. Ai lati del portico il paramento murario è finito con una cortina in bozze di pietra rettangolari, di diverse dimensioni, e con ampie commettiture in malta che richiamano l'opera saracena; al centro di queste parti di muratura si aprono dei vani finestra rettangolari, con strombature finite ad intonaco, in cui le vere e proprie finestre rievocano delle 'monofore'. In ognuna delle campate del portico si apre un portale d'ingresso, con mostre in pietra grigia, sormontato da un'effige musiva a tema religioso e il paramento murario circostante è rivestito in lastre di marmo chiaro.

Prospetti
Il prospetto a sud-ovest è identico alla facciata, mentre quello di nord-est è privo del portico aggettante, ha un solo ingresso al centro, simile agli altri, e l'intera cortina muraria è finita come quelle laterali della facciata.

Pianta
L'edificio ha una forma in pianta quadrata, con l'asse maggiore orientato da sud-est, dove è posta una tribuna a pianta quadrata. A nord-ovest si trova l'ingresso principale. L'interno si articola in un'aula centrale ottagonale delineata da pilastri, da quattro cappelle, poste agli angoli del quadrato di base, e infine da un deambulatorio che trova posto tra l'aula, le cappelle e le mura perimetrali.

Presbiterio
Il presbiterio è ospitato nella tribuna ed è soprelevato di un gradino dall'aula.

Impianto strutturale
Le parti strutturali dell'edificio sono costituite da: pilastri in C.A. e solai in latero-cemento.

Coperture
Il manto di copertura è in tegole tipo marsigliesi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni
L'edificio è pavimentato in marmo.

Elementi decorativi
L'interno dell'edificio è caratterizzato dal contrasto cromatico tra le strutture in cemento armato, dipinte di grigio, e le superfici murarie intonacate, dipinte di bianco. Ciò richiama il linguaggio brunelleschiano reinterpretato dagli architetti del movimento moderno italiano; in particolare la copertura del tamburo ottagonale che nell'intradosso rievoca una cupola ad ombrello.

Share on

where

43.892880°, 10.228940°

Directions

when

Always available

contacts

costs

ASK A QUESTION. Ask for more information

View the questions

QualcosaDaFare.it

P.IVA 01878590478

Are you looking for a new way of doing tourism?

Subscribe to our newsletter, stay updated