QualcosaDaFare.it
ualcosaDaFare.it

Il punto sosta attrezzato di Vincio Vecchio (Stabbia) è stato realizzato ai margini dell'area umida dal Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio, con il finanziamento della Regione Toscana, del Comune di Cerreto Guidi e del Circolo ARCI '23 agosto' di Stabbia, nell'ambito del progetto regionale 'Lungo le Rotte Migratorie'.

L'intervento, effettuato lungo la fascia demaniale a bordo strada nella quale correva appunto il vecchio corso del Torrente Vincio, ha avuto come obiettivi, oltre all'allestimento di alcune panchine e tavoli in legno per il relax dei visitatori, il miglioramento paesaggistico dell'area ed il recupero di alcuni manufatti, testimonianze della bonifica storica 'per colmata'.

L'opera più consistente è stata l'impianto di una siepe alberata per l'intero tratto dell'area, lungo circa 700 metri. Come dimostrano le carte storiche del luogo, siepi e filari di alberi costituivano un elemento strutturale di grande rilievo nel paesaggio rurale del passato. Essi davano risposta a numerose esigenze legate alla civiltà contadina: fornivano legna da ardere e paleria, frasca per il bestiame, frutta ecc. Filari di pioppi, salici e ontani erano poi utilizzati per consolidare le arginature dei canali di bonifica.

Oggi il recupero di Siepi e filari, rimossi in gran parte a causa della meccanizzazione delle attività agricole, assume un importante significato sotto il profilo ecologico, oltreché paesaggistico. Si tratta infatti di elementi capaci di incrementare notevolmente il livello di diversità biologica delle aree coltivate, in quanto habitat, ambienti di rifugio e 'corridoi ecologici' per numerose specie selvatiche animali e vegetali.

Le piante utilizzate (biancospino, prugnolo, pioppo bianco, farnia, roverella ecc.) appartengono alla nostra flora spontanea o, in alcuni casi, sono di antica introduzione e legate alla tradizione locale, come il gelso, un tempo legato alla produzione della seta.

Il punto sosta infatti è contermine con il piccolo cimitero monumentale dedicato alla memoria dei caduti dell'eccidio del Padule di Fucecchio e situato in vicinanza del museo della civiltà contadina in fase di allestimento nella vicina località Case Faini.

Share on

when

Always available

contacts

costs

ASK A QUESTION. Ask for more information

View the questions

QualcosaDaFare.it

P.IVA 01878590478

Are you looking for a new way of doing tourism?

Subscribe to our newsletter, stay updated