QualcosaDaFare.it

Andiamo qui?

Mi interessa

Condividi su

Palazzo


dove / quando


Via del Castello

Toscana

43.866430°, 11.142000°

Indicazioni stradali


Ogni Sabato, Domenica

1 settembre - 31 ottobre
aperta sabato, domenica e festivi
dalle 15.00 alle 18.00

1 novembre - 1 gennaio
aperta sabato, domenica e festivi
dalle 15.00 alle 17.00
chiusa il 25 dicembre e il 1 gennaio

1 marzo - 31 marzo
aperta sabato, domenica e festivi
dalle 15.00 alle 18.00
Orario estivo
1 Aprile - 1 Agosto
aperta giovedì, sabato, domenica e festivi
16.00 - 19.00


recapiti



costi


Nessun costo inserito


descrizione


Sono i colori del cielo e di un panorama che non ha eguali a portarci alla Rocca. Usciti dalla Propositura di San Michele basta imboccare il suggestivo percorso pedonale (uno dei molti) che si apre davanti, per raggiungere l'antico bastione medievale.

Da lassù, nelle giornate di bel tempo sgombre da foschia, si può ammirare l'intera piana tra Firenze, Prato e Pistoia in tutta la sua bellezza: la Rocca di fatto costituiva una sentinella avanzata verso gli sbocchi sull'Appennino e l'Italia settentrionale. Si capisce pertanto perché pistoiesi e fiorentini se la siano più volte contesa.

Un importante restauro realizzato di recente ha regalato alla Rocca una veste nuova, facendola divenire teatro di un incontro fra passato e futuro: pietre medievali, paesaggi rurali e piante secolari si amalgamano alle installazioni permanenti con opere di Bernhard Rudiger (Homo Italicus Novus), Paolo Parisi (Casa dell'arte - verde cadmio e magenta), Liliana Moro (Campana Sommersa) e Paolo Fabiani (Senza titolo). Questi capolavori trovano, negli spazi della Rocca, un luogo in cui darsi a vedere, contestualizzandosi e generando un nuovo luogo per lo sguardo.


Proprio la posizione strategica a dominio della pianura fra Pistoia, Prato e Firenze portò a frequenti scontri violenti fra i vari Comuni per il suo possesso. I pistoiesi per primi conquistarono l'area nel 1125 e cominciarono la sua fortificazione. Dopo alterne vicende Castruccio Castracani la conquistò nel 1324. Passò poi definitivamente sotto il controllo di Firenze, avviando un lungo periodo di pace e stabilità. L'attuale complesso databile intorno al XIV secolo, è costituito da resti delle tre cinte murarie e dalla torre campanaria, nota con il nome di Campano. Al centro della rocca, in mezzo a un boschetto, sorge un piccolo edificio, che ospita alcune sale espositive. Dal 1990 il Comune di Carmignano ha acquistato la rocca e ne ha fatto uno spazio espositivo e per manifestazioni culturali.

Foto
Foto

Condividi una foto o un video

Trascina qui le tue foto (o clicca)

Mostra galleria

Chiedi informazioni aggiuntive. Fai una domanda

Visualizza domande

Aiuta gli altri utenti, aggiungi un commento

Visualizza commenti

Andiamo qui?

Mi interessa

Condividi su